Porto Racine

Partager
Versione stampabileSend by email

Current Size: 100%

Il più pittoresco dei porti di La Hague è senza ombra di dubbio Porto Racine, situato a Saint-Germain-des-Vaux, rinomato per essere il più piccolo porto di Francia, con una superficie di 800 m² e un’apertura tra i due moli di appena 11 metri.

IERI

Porto Racine deve il suo nome a uno degli ultimi corsari che scorrazzavano agli ordini di Napoleone, il capitano François-Médard Racine (1774-1817).

All’inizio dell’anno 1813, il corsaro sceglie questo luogo come rifugio strategico. Vi costruisce allora un molo per proteggersi contro il cattivo tempo e per evitare di farsi scovare dalle navi nemiche. Da qui, poteva rapidamente lanciare la sua goletta “Embuscade” all’abbordaggio delle navi che doppiavano Capo La Hague o commerciavano con le Isole del Canale. Dopo la scomparsa del nostro eroe, il molo in pietra secca di Porto Racine, conservato per molti anni in buono stato dai pescatori locali, finì per crollare. Dopo numerose petizioni, i pescatori di Porto Racine ottennero finalmente, nel 1870, un porto più solido, la cui costruzione si concluse nel 1886.

OGGI

Porto Racine accoglie piccole barche di pescatori da diporto, ormeggiate a cordami che corrono attraverso i due moli a partire da un’unica bitta di legno. Le corde passano in uno degli anelli della diga prima di essere nuovamente annodate sulla stessa bitta.

Porto Racine è, in effetti, un’oasi paradisiaca per i pescatori, principali utilizzatori dei luoghi, ma anche per i vacanzieri e gli abitanti della regione. D’estate, i bagnanti si stendono sulle pietre di Porto Racine, mentre gli escursionisti vi fanno spesso una pausa ben meritata contemplando il panorama.